Tu sei qui

La regina della tradizione italiana: sua maestà la Carbonara!

In occasione del #CarbonaraDay vediamo insieme qualche curiosità sulla Carbonara, regina indiscussa delle ricette della tradizione.

Sapevate ad esempio che, secondo una delle tante teorie riguardo la sua origine, la Carbonara sarebbe una ricetta relativamente recente? Si dice che la sua invenzione risalga al periodo della seconda guerra mondiale, quando gli Alleati chiesero ai cuochi italiani un piatto con gli ingredienti che meglio conoscevano: uova, pancetta e spaghetti. Ma si sa l’origine è molto controversa e dibattuta e esistono tantissime altre teorie su come sia nato questo piatto.

Comunque, a prescindere da dove derivi questa ricetta, la cosa certa è una: la Carbonara è un caposaldo della cucina italiana e noi vogliamo darvi qualche consiglio per prepararla al meglio:

  1. Er guanciale deve diventà scrocchiarello!

Non fatevi prendere dalla fretta: lasciate che il guanciale diventi bello dorato e croccante soffriggendo nel suo stesso grasso; ricordatevi sempre di tenerne da parte un po’ per la guarnizione, occhi e palato ringrazieranno!

  1. Er pecorino deve esse abbondante, non fate i pulciari!

La Carbonara non è una ricetta adatta a chi ha il braccino corto (e a chi conta le calorie)! Il Pecorino Romano deve essere abbondante: è indispensabile per dare la giusta cremosità e sapidità al piatto finale.

  1. Mantecate fori dar foco, mica dovete fa ‘na frittata!

Non c’è peggior Carbonara di quella mantecata nella padella calda: l’uovo si solidifica e si finisce per portare in tavola una frittata di spaghetti invece di un primo piatto cremoso e avvolgente! Per ottenere l’avvolgenza e la cremosità che hanno reso celebre questa ricetta bisogna mantecare lontano dal fuoco e lasciare che la crema d’uovo e pecorino si rapprenda gradualmente girando vigorosamente la pasta.

Per la ricetta completa… date un’occhiata qui
(link: https://www.lenaturellekmzero.it/idee-cucina/primi-piatti/bucatini-alla-carbonara )

Non ci resta che augurarvi buon appetito e… godeteve sta meraviglia!